Skip to content

Meditazione

Definire la meditazione non è semplice, perché ogni definizione si presta a degli equivoci. Spesso presentata come la ‘pace della mente’, in realtà meditare significa imparare a presentire che vi è una tranquillità innata anche dietro una mente agitata.

La scoperta di questa tranquillità, di per sé, è alla portata di tutti e non richiede nessun atto di fede e nessun procedimento segreto. Solo una paziente attenzione e la disponibilità all’ascolto.

Che cosa si fa allora in un corso di meditazione? Ci si educa, con l’ausilio di alcune tecniche (postura, respiro, ascolto delle sensazioni corporee e spaziali, concentrazione) a sviluppare una maggiore sensibilità a questa tranquillità fondamentale.

Il corso di meditazione può essere frequentato anche autonomamente, anche se è consigliabile seguire anche le lezioni di yoga, che offrono una valida preparazione.

Gli orari

LunedìMartedìMercoledìGiovedìVenerdìSabato
Meditazione
20.00
21.00

Lunedì

LunedìMartedìMercoledìGiovedìVenerdìSabato
Meditazione
20.00
21.00

Lunedì

No events available!

Richiedi informazioni

Siccome richiedono la padronanza di alcune tecniche respiratorie, le lezioni di meditazione sono aperte a chi frequenta anche il corso di yoga.
Come per ogni corso di Zénon, la lezione di prova è gratuita.
Per informazioni, puoi contattarci al 349 2462987 oppure puoi scriverci con questo modulo:

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Il tuo messaggio

Utilizzando questo modulo accetti che questo sito registri e gestisca i dati di contatto che inserisci (nome e email), necessari perché possiamo rispondere alla tua richiesta.

Per approfondire

La cognizione del dolore negli yogasana

Avevamo parlato già qualche tempo fa, degli eccessi che provocano infortuni nello yoga, perché tutto ciò che può fare molto bene, può fare anche molto male. Soprattutto quando uno pensa, con molta leggerezza, che sia possibile piegare alle proprie pretese energie che sono tanto creative quanto potenzialmente distruttive, e molto più capillari di quanto si possa immaginare.

Proprio in questi giorni il sito della BBC ha pubblicato un articolo dal titolo Gli insegnanti di yoga ‘rischiano seri problemi alle anche’, che a dispetto del titolo sensazionalistico è piuttosto equilibrato nel fornire un quadro di una situazione-limite, anche se a livello aneddotico: Benoy Matthews, un fisioterapista specializzato, sostiene di avere ormai moltissimi insegnanti di yoga tra i suoi pazienti, parte dei quali necessitano semplici interventi fisioterapici, mentre altri sono costretti a ricorrere alla chirurgia per la sostituzione totale dell’anca.

Il vero yoga non esiste, grazie al cielo

Da qualche tempo uno spettro si aggira per lo yoga, un fantasma che sobilla gli animi, li incita a gettarsi nella mischia per una causa giusta e sacrosanta che come sempre, se si oltrepassa il limite, rischia di trasformarsi in crociata, o più probabilmente in farsa.

Non si può lasciare andare: oltre il rilassamento

Il rilassamento è un tema di interesse universale. Chiunque desidera abbandonare lo sforzo, anche i più stacanovisti cultori della fatica e persino i più masochisti seguaci di Wim Hof. Perché superata la china ci sarà la discesa, e non sarà la stessa discesa di chi vi è arrivato a bordo del suo Suv. Si parla […]

C’è differenza tra yoga(asana) ed esercizio fisico?

Oggi vi è molta attenzione agli aspetti anatomici e biomeccanici degli asana yogici, soprattutto per quanto riguarda la possibilità di adattarne la pratica a un pubblico di massa, con tutta la varietà di condizioni fisiche che questo comporta. Tuttavia, questi aspetti, pur essendo oggi imprescindibili per la pratica e per l’insegnamento, non bastano a spiegare […]

La gravidanza non è smart, ovvero l’impazienza della dolce attesa

Il tuo cambiamento interiore viene negato socialmente. Più che una persona in trasformazione, sei vista come portatrice di un bambino. La maternità è vista come un’interruzione fastidiosa del ritmo di lavoro e come una parentesi inevitabile di passaggio, da chiudere prima possibile. Verena Schmid, Venire al mondo e dare alla luce L’opportunità o meno di […]